Dai mousy hair al french balayage: quali sono le tecniche di schiaritura più in voga nel 2021 | I Salò Donna

  • Lunedi

    09:00 - 14:00*

  • Martedi

    09:00 - 19:30

  • Mercoledi

    09:00 - 13:30 - 15:00 - 21:00

  • Giovedi

    09:00 - 19:30

  • Venerdi

    09:00 - 19:30

  • Sabato

    09:00 - 19:30

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

I Salò Donna

Dai mousy hair al french balayage: quali sono le tecniche di schiaritura più in voga nel 2021

Schiarire i capelli per illuminare il volto
La tecnica della schiaritura ha lo scopo di illuminare il viso con piccoli tocchi di luce sulla chioma. L’obiettivo è quello di creare un effetto naturale, simile a quello che si otterrebbe durante l’estate. Tuttavia, in base alla tecnica selezionata dal professionista ed al tipo di capello, l’effetto potrà apparire molto diverso.
Lo shadowing, tecnica inventata da Tom Connell, Hair Art Director di Davines, ha rivoluzionato il modo di pensare e realizzare le schiariture sui capelli in tutto il mondo: sfumature di colore ben calibrate, naturalezza e armonia. Inizialmente, infatti, per ottenere questo risultato veniva impiegata una particolare procedura che prende il nome di hair contouring. Questa prevedeva l’utilizzo di colorazioni scure sulle ciocche che incorniciano l’ovale e via via sempre più chiare verso la parte posteriore della testa. Tom Connell ha stravolto le regole effettuando le schiariture nel modo inverso: ciocche chiare frontalmente, per donare luminosità all’incarnato, e tonalità più scure verso il retro. Un’altra differenza sostanziale è l’utilizzo di nuance piuttosto neutre che si mixano perfettamente alla tonalità colore di base. In questo modo le sfumature appariranno impercettibili e delicate. Il risultato ottenuto utilizzando lo shadowing è quello di un capello castano glow arricchito da delicati riflessi color nocciola o caramello. Le donne che partono da una base bionda, invece, noteranno come le tonalità grigie del colore possano essere esaltate e rese maggiormente eleganti da questa tecnica. I capelli acquisteranno immediatamente volume e profondità grazie al tocco silver brillante. Infine, per dare maggior movimento al taglio il parrucchiere potrà realizzare qualche sfumatura di colore creando sottili ciocche più scure posizionate strategicamente per creare sfumature alla moda ed accattivanti.

Mousy Hair
Inventata dal noto hair Stylist Chris Appleton e professionista di fiducia delle sorelle Kardashian e di Jennifer Lopez. Questa tecnica di schiaritura si basa sull’utilizzo di nuance naturali ed in armonia tra loro, per creare un effetto estremamente naturale e luminoso. A differenza del balayage, in questo caso il degradè di colore parte proprio dalle radici per diramarsi delicatamente su tutte le lunghezze. I mousy hair necessitano di uno studio della forma del volto e dell’incarnato della cliente al fine di selezionare le tonalità di colore che più si adattano ad ogni donna.

French balayage
La tecnica del balayage tradizionale, nota già negli anni ’70, si è innovata grazie al team di professionisti L’Oréal Professionnel arrivando alla tecnica molto in voga nell’ultimo periodo: il french balayage. Il parrucchiere, per realizzare questo effetto, dovrà effettuare delle schiariture delicate a mano libera ovvero, senza cotonare il capello. Per realizzare il balayage alla francese, dunque, il parrucchiere potrà utilizzare pettine o pennello. L’obiettivo non è solo quello di schiarire i cappelli ma altresì di conferire alla lunghezza profondità e dimensione, grazie al mix di colorazioni scelte. Non solo, in base al colore dei capelli dal quale parte la cliente, sarà possibile utilizzare tinte e tonalità differenti per un risultato estremamente naturale ma sofisticato e glamour. Per ogni donna bisognerà studiare una palette di colori chiari o freddi da mixare ed applicare con sapienza. Marrone, color cammello, ice tea o biondo sabbia sono solo alcune delle tonalità maggiormente utilizzate per ricreare un perfetto french balayage.