• Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    09:00 - 19:30

  • Mercoledì

    09:00 - 13:30 - 15:00 - 21:00

  • Giovedì

    09:00 - 19:30

  • Venerdì

    09:00 - 19:30

  • Sabato

    09:00 - 19:30

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

I Salò Donna | Parrucchieri a Spoleto

Come gestire il taglio con frangia in estate: tutti i consigli!

L’arrivo della bella stagione e del caldo estivo ripropone come sempre un dilemma, quello del taglio con la frangia e quali sono le scelte giuste per averla sempre perfetta.
Ecco una serie di consigli per gestirla al meglio anche con il caldo.

Per il taglio con la frangia è un momento d’oro tra le star

Il taglio con la frangia, e in particolare la frangia “a tendina”, sta vivendo in questi mesi un ritorno di grande popolarità grazie alla scelta di questa acconciatura da parte di molte star. La prima a decretarne il successo è stata l’attrice statunitense Jennifer Lopez, per la quale Chris Appleton, il suo hairstylist di sempre, ha realizzato una versione ultra liscia della frangia che l’attrice sfoggia con successo. In seguito anche la star di Bridgerton, la serie televisiva tratta dai romanzi di Julia Quinn, Phoebe Dynevor, ha potuto rientrare al Josh Wood Color dopo che erano stati riaperti i saloni della capitale inglese, per uscirne con una splendida acconciatura color rame, caratterizzata da una frangia laterale. In questo caso la frangia è più lunga e ha un accenno di “shag” sulle lunghezze. Un tocco che dona alla star britannica uno stile maggiormente bohémien, quasi Seventies. Prima delle due attrici, era stata Margot Robbie a scegliere questo beauty look con la frangia per la sua partecipazione alla manifestazione della Notte degli Oscar. La frangia di Margot Robbie è più lunga e piena, arrivando quasi alle sopracciglia e le conferisce carattere, incorniciandole il viso nel migliore dei modi.

La gestione della frangia d’estate, con asciugatura e styling giusti

A chi si domanda se la frangia sia un taglio giusto anche nel periodo estivo rispondiamo: assolutamente sì! Basta osservare dei piccoli accorgimenti per portare questo taglio anche in estate e fare in modo che la sua manutenzione risulti più facile.
La prima valutazione da fare riguarda la tipologia del capello. Se, ad esempio, la frangia è riccia o crespa la soluzione migliore è quella di utilizzare dei prodotti come creme e maschere che riducono l’effetto crespo rendendo i capelli maggiormente lavorabili. Per fissare la frangia si può scegliere di passarvi la piastra, proteggendo i capelli dcon appositi prodotti termoprotettori. In questo modo si garantisce una maggiore protezione del capello contro l’umidità, il principale problema per questo tipo di taglio nei mesi estivi. Se i vostri capelli sono lisci, invece, si può procedere all’asciugatura utilizzando il phon, facendo attenzione a direzionare l’aria calda dall’alto verso il basso. In questo caso non è necessario l’uso di piastre o spazzole per evitare di gonfiare i capelli. Si consiglia di ultimare lo styling della frangia con qualche colpo di spazzola ma solo dopo aver completato l’asciugatura. L’obiettivo per la frangia sui capelli lisci è quello di non darle eccessiva bombatura, come nel periodo degli anni ’80 e renderla maggiormente naturale. Anche in questo caso, un alleato prezioso è rappresentato dalla scelta di prodotti specifici e professionali.

Il tocco smart dello shampoo a secco

Per mantenere la piega nei mesi estivi e gestire al meglio la frangia è possibile utilizzare lo shampoo a secco, per il lavaggio. Nel periodo di maggior caldo, quando la cute ingrassa più facilmente e può capitare che appaia visivamente unta, questo tipo di shampoo ha un effetto migliorativo. Nel caso della frangia con capelli crespi, invece, rimane necessario ricorrere all’uso del phon e della piastra per capelli.

Il giusto intervallo del ritocco del taglio

Rispetto a questo aspetto, l’intervallo di tempo per ritoccare la frangia può variare sia in base al tipo di frangia, che in relazione a quanto tendono a crescervi i capelli. Per le frange “a tendina”, cioè quelle più corte nella parte centrale e più lunghe sui lati, si può effettuare il ritocco dopo circa due mesi. Nel caso di frangia piena e dritta, invece, c’è bisogno di un minore intervallo, circa un mese, per evitare che la frangia perda l’effetto pari e i capelli vadano a coprire gli occhi.