• Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    09:00 - 19:30

  • Mercoledì

    09:00 - 13:30 - 15:00 - 21:00

  • Giovedì

    09:00 - 19:30

  • Venerdì

    09:00 - 19:30

  • Sabato

    09:00 - 19:30

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

I Salò Donna | Parrucchieri a Spoleto

Punk is (not) dead: i capelli a cresta!

Da sempre simbolo delle rivoluzioni punk e rock, il taglio di capelli a cresta non è solamente un mezzo per dimostrare ciò che si è e ciò in cui si crede, bensì è diventato nel tempo anche un must estremo del fashion hair style. Ma la cresta non è solo questo.

Quando è nata la moda della cresta

Il periodo storico in cui si può inquadrare la nascita del taglio di capelli a cresta è riconducibile alla seconda metà degli anni Settanta quando, con nuovi generi musicali alle porte decisamente anti convenzionali, si è deciso di esprimere la rottura degli schemi classici anche attraverso la moda e il proprio corpo. È proprio in questo frangente che entra in gioco l’uso dei capelli come messaggio simbolico di una nuova libertà d’espressione. La cresta diventa dunque un taglio di capelli iconico e imperituro nel tempo, che farà letteralmente la storia e la moda della sua epoca.

La cresta: com’è fatta

La cresta può avere diverse sfaccettature, ma ciò che rimane nell’archetipo dell’immaginario è certamente quella rigida e super colorata dei gruppi punk e rock. Chiamata anche “moicana”, la cresta punk è una vera rivoluzione per i capelli dell’epoca, mostrandosi al centro di una testa integralmente rasata con la macchinetta, e tenuta sù verso l’alto con l’aiuto di gel e di lacche. Anche il colore stesso della cresta può trasmettere messaggi e simbologie, oltre che scioccare letteralmente chiunque la veda.

L’impatto della cresta negli anni successivi

L’apice del taglio di capelli con la cresta lo troviamo dalla fine degli anni Settanta, e per buona parte degli anni Ottanta. Con il passare del tempo, però, l’impatto creatosi ha perso via via di forza, diventando – al giorno d’oggi – non più così comune nella sua forma più estrema. Così come passano i periodi storici e le rivoluzioni, anche la cresta con il tempo si è conformata con tagli di capelli più tradizionali e meno aggressivi, rendendosi più accettabile o, quantomeno, addolcendosi per entrare in silenzio nel mondo del fashion, senza più il clamore e l’esuberanza di un tempo. E di strada, la cresta, ne ha proprio fatta tanta: se un tempo era quasi uno sfregio al conformismo della moda e del bon ton, al giorno d’oggi la cresta è tornata ad essere un elemento fashion di spicco, senza più destare troppe preoccupazioni. Sono diversi, infatti, i tagli femminili di capelli che si basano sulla cresta, resa accattivante da tagli di capelli irregolari, o più audace quando accompagnata da dettagli come frange e ciuffi laterali. Diversamente dal periodo in cui è nata, la cresta oggi non si presenta quasi più colorata con tinte esuberanti, bensì si predilige il proprio tono di capelli naturali, accompagnati al massimo da qualche schiaritura più o meno naturale. Insomma, parola d’ordine: osare sì, ma non così troppo! Attrici e modelle sono diventate delle vere e proprie testimonial del cambio di significato della cresta come taglio di capelli: tra le capostipiti che hanno osato di più con i tagli estremi di capelli, rasature e creste rivisitate troviamo la modella Cara Delevingne, ma anche la ex idolo della Disney – ormai cantante ribelle – Miley Cyrus, che si è presentata con una biondissima cresta e le rasature laterali castane.

La cresta: non solo una questione da uomini

Come abbiamo visto, nonostante sia diventata piuttosto comune nei tagli maschili, il suo essere unisex rende la cresta perfetta anche per i tagli femminili dell’anima più rock, pronte ad osare e stupire. La moda dei capelli femminili con la cresta si presenta più morbida e glamour, proponendosi accompagnata da una rasatura più soft e assolutamente di tendenza.