• Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    09:00 - 19:30

  • Mercoledì

    09:00 - 13:30 - 15:00 - 21:00

  • Giovedì

    09:00 - 19:30

  • Venerdì

    09:00 - 19:30

  • Sabato

    09:00 - 19:30

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

I Salò Donna | Parrucchieri a Spoleto

Plopping: la tecnica anti-crespo per capelli lunghi e ricci

La tendenza recente a trarre ispirazione dalle acconciature che furono particolarmente di moda tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta non accenna a diminuire. Ecco spiegata la sempre più attuale capigliatura lunga e riccia, attraverso la quale esprimere una personalità estrosa. Per chi vanta capelli ricci naturali, oppure per coloro che hanno fatto ricorso a trattamenti specifici, risulta fondamentale garantire alle lunghezze non solo il corretto nutrimento con l’uso di prodotti di beauty adeguati, bensì anche mediante l’uso di tecniche originali. Ciò si rivela cruciale in particolar modo in fase di asciugatura, che rappresenta senza dubbio il passaggio più importante per ottenere ricci ben definiti e privi dell’anti-estetico effetto crespo.
Vediamo di seguito alcune tra le possibilità più creative e facili da replicare, tra cui spicca ad esempio il plopping, per avere una lunga chioma riccia, voluminosa e morbida al tempo stesso.

Come nasce il plopping per capelli lunghi e ricci da favola

Quel che rende il plopping così popolare tra i metodi di asciugatura per evitare il crespo nelle chiome ricce è senza dubbio la sua facilità di riproduzione anche a casa, senza bisogno di ricorrere a strumenti di styling complessi. Anche se l’incombenza del crespo risulta decisamente più elevata nel caso di chiome più corte, coloro che vantano una capigliatura più lunga non sono esenti dalla comparsa di questo sgradevole effetto. Grazie al ricorso a tecniche fai da te, divenute dapprima necessarie e poi molto più popolari durante i lunghi mesi di lockdown a causa della pandemia, il plopping si è diffuso fra tutorial e social network, diventando sempre più amato. La ragione è presto spiegata: tutto quel che serve è una vecchia maglietta di cotone per ottenere uno stile che rispecchia quello sfoggiato da una celebrity amata come Cindy Crawford e ripreso con accorgimenti nuovi dalle influencer contemporanee. Con il plopping, infatti, è possibile dimenticarsi delle tecniche più articolate e soprattutto aggressive che rischiano di rovinare la salute del capello e sfoggiare senza sforzi capelli lunghi e ricci straordinari.

Gli step della tecnica plopping per evitare l’effetto crespo

Per coloro che desiderano sapere come si mette in pratica nel concreto la tecnica del plopping, vediamo di seguito i passaggi più importanti. Dopo il lavaggio e l’applicazione delle lozioni idratanti specifiche per capelli mossi o ricci, prendere una t-shirt di cotone con le maniche corte o in alternativa un asciugamano in microfibra sufficientemente grande. Stendere il tessuto su un piano di lavoro orizzontale, come una sedia o un tavolo, avvicinando la testa reclinata in avanti e posando i capelli in maniera delicata, in modo tale che si arrotolino naturalmente. Una volta che la testa avrà quasi toccato la superficie, sarà sufficiente prendere l’estremità della maglietta, coprendo il capo fino alla nuca. Fissare il tutto creando un turbante è abbastanza semplice, perché basta legare le maniche sopra la fronte oppure dietro al collo. Nel caso si utilizzi un asciugamano rettangolare, fare leva sulle estremità e arrotolare due chignon ai lati della testa per ottenere lo stesso risultato. A questo punto è possibile lasciare in posa per qualche ora, oppure per minimo mezz’ora nel caso in cui si abbia poco tempo a disposizione. Un’altra soluzione all’insegna della comodità è quella di andare a dormire con questo “insolito” turbante. Al mattino i risultati del plopping saranno visibili senza nemmeno la necessità di utilizzare il diffusore per fissare lo styling e sfoggiare una chioma voluminosa e morbida senza traccia di crespo. Sciolti i nodi, infatti, si potrà procedere ad asciugare la chioma solo se davvero necessario, come ad esempio durante i mesi invernali.