• Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    09:00 - 19:30

  • Mercoledì

    09:00 - 13:30 - 15:00 - 21:00

  • Giovedì

    09:00 - 19:30

  • Venerdì

    09:00 - 19:30

  • Sabato

    09:00 - 19:30

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

I Salò Donna | Parrucchieri a Spoleto

I migliori Tagli Scalati del 2022: linee trendy e adatte a ogni viso

Siete stanche del solito taglio dritto e avete voglia di dare una svolta alla vostra chioma annoiata? La primavera 2022 propone diversi look scalati sia per capelli corti che lunghi, con varianti di tonalità e frangia in grado di valorizzare i tratti del viso.

I tagli scalati sono infatti ideali per dare movimento al proprio look senza sconvolgere troppo lo stile, aumentando il volume in alcuni punti e valorizzando il viso con un ciuffo che accompagna i lineamenti o con una frangia dritta, per dare quel tocco glamour che manca.

Diciamo la verità, il taglio scalato sta bene davvero a tutte perché consente di mantenere la lunghezza alle amanti delle chiome sontuose e di dare un taglio netto alle donne che preferiscono osare con i tagli più cool della stagione.

Qualche esempio? Provate il mullet anni ’70 e ritroverete quello stile grintoso di cui avete bisogno per affrontare la primavera, oppure un più romantico caschetto, che dà grazia e charme valorizzando anche il volto. Date spazio al ciuffo in tutte le sue varianti: corto e adagiato su uno dei lati o aperto a tendina completamente sfilzato fino al ciuffetto lungo che si ferma dietro l’orecchio.

Il taglio scalato? Un’occasione per ravvivare anche il colore della chioma

Non bisogna dimenticare che ogni taglio scalato che si rispetti ha bisogno delle proprie tonalità: con un incarnato chiaro, è bene prediligere colori più tenui come il biondo miele, il castano chiaro con qualche incursione di rosa e violetto o un rosso carota, vero must di quest’anno. Se invece l’incarnato è olivastro, è bene scegliere tonalità decise come il castano scuro, il nero corvino o i colpi di luce. Un escamotage per creare un contrasto deciso dando luce al viso e all’intera persona.

La scelta del tipo di scalatura deve variare anche a seconda della qualità del capello, nel caso di ricci ribelli, ad esempio, è bene non tagliare troppo per vitare che la chioma si gonfi eccessivamente, ma se sono lisci e senza volume, è necessario dare vita a tante piccole ciocche che creano volume rivoluzionando interamente lo stile.

Il taglio consentirà anche di eliminare le doppie punte e tutta la parte rovinata a causa delle asciugature continue e dei phon troppo caldi, può quindi rivelarsi provvidenziale in caso di chiome stressate in seguito a trattamenti estetici aggressivi.

Scegliendo la scalatura giusta in base al tipo di texture, anche il capello ringrazierà perché avrà la possibilità di rigenerarsi e rafforzarsi senza doverlo tagliare in modo netto.

Il vantaggio di questa mise, infatti, è proprio quella di avere una chioma corta e facilmente gestibile pur avendo l’impressione di avere i capelli lunghi, perché la scalatura non è mai netta e tende a mantenere una lunghezza graduale. L’obiettivo della scalatura è proprio quella di dare movimento e volume qualsiasi sia il taglio di partenza.

A chi è consigliato il taglio scalato

La scalatura è consigliata sia su capelli dal fusto doppio, perché la sfilzatura evita di “appendere” a causa della pesantezza, che su capelli sottili, purché lavorati nel modo giusto. Per questo è importante usare shampoo nutrienti con un finishing che dia la giusta corposità, mantenendo la piega per diversi giorni.

Come sempre, la parola d’ordine in fatto di capelli è osare, provare e cambiare spesso per darsi sempre nuove possibilità e imparare a vedersi anche con tagli più originali. E quando si cambia taglio, non bisogna dimenticare di abbinarlo a tinture eccentriche, che sapranno valorizzare la personalità e dare quel tocco glamour che serve.

La primavera, infatti, è sinonimo di novità e trasformazione, cambia la natura e trasmette quella voglia di mutamento anche estetico che fa rinascere e stare bene con se stesse.